Arredare la farmacia? E’ più semplice di quanto pensi

arredamento farmacia italiana

Arredare una farmacia è un momento molto delicato quando si sta per avviare la propria attività, in quanto occorre scegliere il giusto design e layout, suggerendo un’idea di accoglienza, cordialità ed efficienza al proprio pubblico.

Arredare la farmacia in modo attuale e funzionale, infatti, è il modo migliore per fidelizzare i clienti, che si sentiranno spronati a tornare in un punto vendita che si mostra all’avanguardia ma, allo stesso tempo, professionale.

A tal fine, molte soluzioni e valide idee sono presenti sul sito www.farmacia-italiana.it, in cui vengono mostrate proposte di arredamento volte a sottolineare l’importanza della figura del farmacista nella sanità pubblica, senza, però, dover rinunciare allo stile contemporaneo e moderno. La coerenza e la praticità vengono mantenute e sapientemente unite con uno stile classico e funzionale.

Gli arredi per farmacie proposti, infatti, si adattano alle dimensioni di qualsiasi spazio o ambiente, riuscendo a sottolineare gli angoli di luce e sfruttando in modo ottimale gli spazi.

E’ presente sul sito un’ampia gamma di prodotti di arredo, che vanno dagli espositori, agli autoportanti, ai banchi per la cassa.

Tra gli espositori, sono presenti arredi componibili per stile e numero di mensole disponibili.
Il modello Alu, per esempio, presenta un telaio di base in alluminio, con delle mensole in vetro di altezza e numero regolabili e porta, nella parte superiore, un vetro verniciato o con grafiche particolari, per aumentare la capacità espositiva o per mettere in evidenza particolari marchi. Uno stile completamente diverso, invece, lo si trova nell’espositore Bloom sO2, il quale consiste in un sistema modulare che parte da terra, con le mensole di vetro a passo fisso e con uno scheletro in alluminio ma rivestito da finiture nobiltate, laccate o laminate. La scelta di una struttura del genere può essere indicata per l’esposizione di articoli naturali o di erboristeria.
Un’altra alternativa valutabile, è l’espositore Miya, il quale è dotato di un sistema espositivo sospeso che monta delle mensole in vetro, un reggimensola in alluminio e cremagliere posteriori a scomparsa. E’ dotato, nella parte inferiore, di contenitori per le scorte e può essere montato con vetri o grafiche personalizzate per esporre particolari marchi o per differenziare le categorie merceologiche.
Negli arredi per farmacie, un elemento importante è rappresentato anche dai mobili autoportanti: infatti, essi possono essere un valido elemento per sfruttare al meglio gli spazi centrali del proprio ambiente. Alcuni modelli si mostrano strutturalmente validi, come l’autoportante Alu, nelle varianti A01 e A02, le quali consistono in uno scheletro di base con una forma ricurva che crea un angolo di 45 gradi, con montanti in alluminio che possono essere sostituiti da barre porta blister e, all’occorrenza, un pannello divisorio tra i lati espositivi fronte e retro. Se ci sono problematiche inerenti allo spazio, il mobile autoportante può anche essere un unico blocco, come il modello Heka, il quale consiste in un singolo modulo e che monta una serie di mensole in vetro di grande profondità e un modulo contenitivo laccato con all’interno altre mensole in vetro che aprono e chiudono l’insieme.

Il banco cassa è un tipo di arredo per farmacie che non può essere sottovalutato, in quanto rappresenta il momento migliore per fidelizzare il cliente mostrando cordialità e affabilità. Di conseguenza, molte sono le possibili soluzioni per sottolineare nel modo giusto questo elemento. Per esempio, il banco Lilit 01, presenta una struttura in laminato pesante, con la parte frontale, rivolta al cliente, in vetro acidato che può montare anche un sistema di illuminazione. Il piano di lavoro risulta abbassato in modo da mascherare eventuali cavi e attrezzature. Il modello Heka, invece, è un banco in laminato che presenta una curva semicircolare da un lato. Anche questo presenta un piano di lavoro più basso ed è possibile soluzioni di continuità modulari. Il banco cassa Alya, invece, si presenta in laminato passante, laccato o rivestito in ecopelle laccata e monta dei particolari in plexiglass opale retroilluminato. E’ presente un’alzata laterale per mettere in evidenza offerte o prodotti e sia questa che il piano centrale possono essere scelte in vari tipi di marmo.

All’occorrenza, è anche disponibile nel sito la possibilità di consultare tre possibili soluzioni di arredo di farmacie dotate di grandezze diverse: un progetto è stato ideato per l’arredamento di una farmacia di 55 mq, un altro per una di 75 mq e l’ultimo per una di 110 mq.
Nelle soluzioni proposte è stato particolarmente curato l’aspetto comunicativo, sfruttando al meglio le aree espositive, differenziandole quanto più possibile per aumentare la visibilità.
Usando anche fasce luminose nei moduli presenti, soprattutto nella soluzione pensata per spazi grandi, si offre massimo risalto al prodotto, in linea con le regole del visual merchandising, che prevede una divisione delle zone presenti in una farmacia in zone calde, per gli acquisti di impulso, e zone fredde, destinate ad acquisti programmati.
Le prime devono essere particolarmente curate e sottolineate e riguardano tutta l’area che ruota intorno al banco principale, mentre le seconde, possono essere posizionate lungo il percorso, tramite arredi espositivi per mostrare offerte o prodotti stagionali. Appare chiaro come la cura degli arredi in una farmacia rappresenta l’aspetto più importante per ottenere un sicuro successo.

Condividi su:
Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn