,

La sedia da ufficio: non un semplice complemento d’arredo!

Non è raro che chi trascorre molto tempo seduto per motivi di lavoro o di studio soffra di dolori alla schiena, soprattutto nei tratti lombare e cervicale, causati dall’assunzione di posizioni scorrette per molte ore consecutive. Per evitare di danneggiare la propria salute in maniera grave e talvolta permanente, è fondamentale assicurarsi di lavorare in una postazione confortevole e accessoriata per rispondere al meglio alle proprie specifiche esigenze. In particolare, utilizzare una sedia d’ufficio comoda ed ergonomica che ci aiuti a stare seduti in maniera corretta. In quest’ottica, la sedia da ufficio non può essere vista come un mero elemento d’arredo, ma anzi va considerata un vero e proprio strumento di lavoro, al pari per esempio del computer.

Che cosa significa sedia da ufficio ergonomica?

Le sedie da ufficio ergonomiche sono disegnate e progettate in modo da favorire l’assunzione della giusta posizione da parte di chi le utilizza, e da correggere eventualmente gli atteggiamenti posturali dannosi per la salute. Lo schienale non è dritto ma dotato di forma anatomica, ovvero di una forma ad S che segue il profilo naturale della colonna vertebrale. Inoltre, esse sono spesso fornite di un sostegno lombare per la parte inferiore della schiena, avente la funzione di assicurare appoggio a questa zona delicata, sgravandola dallo stress di reggere tutto il peso della parte superiore del corpo, e di un poggiatesta per sostenere il capo.

Meccanismi di regolazione per adattarsi a ogni esigenza

Le sedie da ufficio ergonomiche sono dotate di una serie di meccanismi di regolazione che consentono di adattare la seduta in base alla corporatura del soggetto e alle dimensioni della postazione di lavoro. E’ possibile regolare l’altezza delle sedie in base a quella della scrivania e in modo da garantire che l’angolo formato dall’asse ginocchia-bacino con quello della schiena sia retto, cioè pari a 90 gradi, così come prevede la corretta posizione seduta. Anche l’altezza dei braccioli è regolabile per fornire ai gomiti il giusto supporto, così

come la profondità, cioè la distanza dello schienale, per potersi avvicinare o allontanare dalla scrivania senza dover inclinare la schiena in avanti. Se poi il lavoro svolto richiede la necessità di spostarsi spesso e di ruotare la parte superiore del corpo, è bene scegliere una sedia girevole e dotata di rotelle che agevoli al massimo la mobilità.

Schienale reclinabile per i piccoli momenti di riposo

Altra importante caratteristica delle sedie da ufficio è la possibilità di reclinare lo schienale per poter rilassare di tanto in tanto i muscoli. Quando si è occupati a lavorare al computer in una posizione statica, spesso capita di tendere involontariamente spalle e collo. Uno schienale reclinabile offre la possibilità di potersi periodicamente appoggiare all’indietro per distendere la schiena e le gambe e allentare la tensione accumulata. Interrompere la propria attività almeno ogni ora per sollevare gli occhi dallo schermo, riposare la mente e rilassare i muscoli è infatti uno degli accorgimenti fondamentali da seguire, consigliato da tutti gli esperti per salvaguardare la salute e di conseguenza garantire una prestazione lavorativa più efficace e produttiva.

Ergo: la sedia ergonomica firmata Grendene Chairs

 

L’azienda Grendene Chairs propone l’esclusiva linea Ergo di sedie operative per ufficio ergonomiche. Le molteplici versioni in cui la sedia Ergo è disponibile si differenziano per tipo di schienale, base e movimento, al fine di rendere ogni prodotto ideale per le esigenze più specifiche del cliente. Sono disponibili tre modelli di sedia da ufficio operativa e un modello di sgabello da ufficio. I quattro modelli della linea Ergo rispondono tutti alle caratteristiche principali di massima ergonomia, semplicità di utilizzo e qualità della meccanica.

Condividi su:
Facebook
Google+
http://www.complementi-arredo.eu/arredamento-ufficio/la-sedia-da-ufficio-non-un-semplice-complemento-darredo/
Twitter
Pinterest
LinkedIn