Articoli

Lavelli da incasso: caratteristiche, funzioni e materiali

Il lavello è un elemento essenziale in cucina in quanto deve essere funzionale, resistente e gradevole dal punto di vista estetico. Questo svolge una funzione fondamentale nell’ambiente a giorno in cui è inserito: esso infatti, completa le funzioni della cucina integrandosi con il piano di lavoro per comporre una zona in cui la funzionalità si combina con la ricercatezza di un design preciso. Inseriti nel piano della cucina, ci sono lavelli da incasso, con il bordo che appoggia sul top, oppure sotto-piano, completamente a scomparsa. Ne esistono di diversi tipi: dal modello rettangolare a doppia vasca, a quello più tradizionale a doppia vasca con gocciolatoio, fino ai più innovativi con vaschetta di supporto e dotati di accessori coordinati come taglieri e cestelli. La tipologia standard è quella di forma rettangolare e prevede una vasca con gocciolatoio per un ingombro di 90-100 cm x 55 cm di profondità. Ci sono molte combinazioni di vasche, anche di forma rotonda e angolare. La scelta di un modello piuttosto che un altro è vincolata alla dimensione e alla disposizione della cucina ed alle esigenze di chi deve usare il lavello quotidianamente. In base al modello e alle dimensioni, il lavello può essere dotato di accessori coordinati come taglieri, griglie, moduli da applicare allo scarico per trattenere i residui del lavaggio, vaschette forate per il lavaggio di frutta e verdura.

Lavello da incasso: caratteristiche

I lavelli da incasso si adattano al piano di lavoro già tagliato in precedenza. In altre parole, possono essere installati ovunque, il che ottimizza lo spazio senza dover predisporre un mobile specifico. A seconda del tipo di mobili o degli elettrodomestici, è necessario tenere in considerazione la profondità della o delle vasche da inserire. Questo tipo di lavello è disponibile in una grande quantità di forme, dimensioni, materiali e colori. In questo modo è possibile trovare un lavello da incasso che si adatterà perfettamente al design della cucina. L’installazione richiede più attenzione di un lavandino da appoggio, ma la manutenzione è anche più facile.

Quali sono i materiali più utilizzati per produrre i lavelli

Il lavello deve essere resistente a urti, graffi, macchie, alte temperature, facile da pulire e con caratteristiche antibatteriche, dunque è fondamentale scegliere il materiale che più si adatta alle diverse esigenze, ma vediamo nel dettaglio i vantaggi, gli svantaggi e le caratteristiche dei diversi tipi di materiali:

  • L’acciaio: è un materiale igienico e duraturo, la sua robustezza è proporzionata al suo spessore. Può avere finitura lucida, satinata e dekor. La prima è la più delicata e richiede più attenzione nell’utilizzo, gli ultimi modelli hanno caratteristiche anti-impronta e antigraffio. La seconda ha il vantaggio di mascherare i piccoli danni da usura. La terza, con trama a rilievo, è la più resistente.
  • La ceramica: è un tipo di materiale molto igienico, facile da pulire, ed in grado di non assorbire gli odori. La ceramica è indicata ad uno stile di cucina tradizionale, ma richiede particolari attenzioni in quanto potrebbe sbeccarsi in caso di urti violenti.
  • Materiali compositi: sono composti da pietre naturali e resine acriliche atossiche, resistono al calore, agli urti, ai graffi, non si macchiano e sono facili da pulire.

Come scegliere il materiale del lavello da cucina?

Il lavello da cucina è uno degli elementi della casa che più sono utilizzati. Se sei in procinto di acquistare un lavello o una cucina nuova, è importante conoscere tutti i tipi di lavello da cucina e i materiali disponibili sul mercato per fare la scelta che più rispecchia le tue abitudini e quelle della tua famiglia.

Perché è importante selezionare il materiale del lavello da cucina?

Il materiale del lavello da cucina va scelto in base alle proprie esigenze estetiche e funzionali. Dal punto di vista estetico la scelta può essere legata all’effetto che il materiale ha sul complesso della cucina, con i suoi abbinamenti cromatici e di texture, ma può anche essere associata alla forma, alle dimensioni e al tipo di incasso che l’uno o l’altro materiale possono garantire. Dal punto di vista funzionale, il materiale di cui è composto il lavello da cucina può influire su ogni operazione che si fa in cucina, poiché da esso dipende la sua durabilità, la sua resistenza agli urti, alle abrasioni e ai graffi, l’igiene dei cibi e la maggiore o minore facilità con cui può essere lavato e igienizzato. Scegliere il materiale sbagliato rispetto alle proprie aspettative può essere poco piacevole durante la preparazione dei pasti e la pulizia, nonché dal punto di vista estetico ed economico.

Prima regola: acquistare lavelli da cucina di alta qualità

Qualsiasi sia il materiale scelto, non fare del prezzo la caratteristica che ti farà scegliere l’uno o l’altro lavello. Un lavello troppo economico non è sempre un buon affare poiché significa che è stato realizzato con un materiale troppo sottile, o scadente, o non trattato dal punto di vista della resistenza alle abrasioni, alle macchie di calcare e agli urti. Acquistare un lavello di scarsa qualità equivale ad avere in cucina, dopo poco tempo dall’acquisto e sempre in primo piano, un lavello non più bello e poco duraturo, per cui bisogna fare attenzione ad ogni minima operazione, evitando di graffiarlo, macchiarlo e scorticarlo ulteriormente.  

Materiali più diffusi per lavelli da cucina

La grande varietà di materiali per lavelli da cucina può mettere in difficoltà in fase di acquisto. Continua la lettura per conoscere le caratteristiche dei materiali più diffusi: acciaio inossidabile, fragranite e materiali compositi.

Lavelli in acciaio inox

Tra i più popolari sul mercato, l’acciaio inox tende ad essere poco costoso, ma, fai sempre attenzione, rileggere il paragrafo precedente! L’acciaio inox è versatile, poiché è disponibile in tutte le varietà di tipi di installazione (sopra top, sotto top, filo top). L’acciaio è indubbiamente un materiale altamente igienico e resistente al calore. Per capire la qualità dell’acciaio bisogna riconoscere lo spessore, che fra i lavelli in acciaio inox, varia fra i 6 decimi e gli 8 decimi per le ditte più performanti. Un acciaio più spesso è anche più pesante e tende ad essere più resistente agli urti e meno rumoroso. L’acciaio è sconsigliato per via della poca resistenza ai graffi e per la sua facilità di macchiarsi, ma un acciaio di qualità è anche rifinito per evitare questi inestetismi fastidiosi e per rendere più facile il lavaggio.

Lavelli in fragranite e materiali compositi

Sono materiali alla moda e molto performanti, realizzati come composti di granito o quarzo all’80% e resina riempitiva al 20%. I lavelli compositi sono altamente igienici e resistenti ad abrasioni, urti, macchie, sono poco rumorosi e facilmente lavabili. Inoltre, possono essere di colori diversi e adattarsi al meglio allo stile della cucina. Sono, però, materiali meno economici dell’acciaio.

Arredamento camera: soluzioni letto, armadio e complementi

Ogni spazio della casa merita di essere arredato al meglio per essere vissuto in completa armonia con il corpo e la mente. Arredare la zona giorno richiede particolari attenzioni estetiche e funzionali che possano accogliere non solo le necessità di chi abita abitualmente la casa ma anche quelle di chi viene ospitato occasionalmente. Vanno quindi ricercate soluzioni che esaltino la spazialità, la luce e la convivialità. Per quanto riguarda l’arredamento camera nella zona notte, invece, si parte dalla ricerca del gusto e delle esigenze del solo nucleo familiare, poiché la camera da letto è destinata a chi abita quotidianamente la casa. In tale spazio così intimo e personale, l’arredamento deve donare serenità, calore e un senso di protezione, che possa conciliare il sonno e ospitare, se possibile, le funzioni che non possono essere garantite in altri spazi, come custodia di abiti e biancheria. In questo breve spazio cercheremo di capire quali sono e come scegliere gli arredi fondamentali della camera da letto.

Come arredare la camera da letto?

La camera da letto è uno spazio che va progettato seguendo il gusto personale e necessita di un arredamento pensato per lo spazio a disposizione. Solo in questo modo potremo avere uno spazio su misura per noi che abitiamo l’ambiente. Ma da dove partire?

I toni di colore

Prima di scegliere l’arredo è importante focalizzarci sul tipo di atmosfera che vogliamo ritrovare entrando in camera e focalizzarci sui colori delle pareti, degli infissi e del pavimento/battiscopa (freddi o caldi, accesi o pastello, in contrasto o in armonia fra di loro), da abbinare nella fase successiva con gli arredi e i complementi tessili. E’ possibile scegliere tonalità chiare o pastello e puntare su tocchi di colore nei tessili con risultati sobri, ariosi e leggeri, da preferire nel caso di camere di piccole dimensioni, oppure scegliere colori più scuri per concepire un ambiente più intimo che ben si concilia con il tepore notturno.

Il letto e l’armadio

Nella scelta del letto dobbiamo considerare alcuni aspetti. Il primo fra tutti è la funzionalità: il letto deve assolutamente essere confortevole ed accogliente, duraturo nel tempo, igienico e ergonomico, per poter sostenere il nostro corpo e giovare alla nostra salute e alla qualità del sonno. Per tale motivo, materasso e rete vanno scelti con cura, puntando sempre sulla massima qualità dei prodotti. Possiamo, inoltre, scegliere un letto con contenitore, per recuperare spazio dove riporre cuscini e biancheria da letto. Sul mercato è possibile valutare la scelta fra svariati modelli di letto, che si distinguono per stile, materiale e colore. I più diffusi sono i letti con giroletto e testiera in legno, pelle, similpelle e tessuti vari.

La seconda funzione della camera è quella di riporre abiti e biancheria, se non abbiamo una cabina armadio indipendente che assolve tale funzione. La cabina armadio è sicuramente uno degli ambienti più desiderati in casa e garantisce un ottimo metodo per organizzare il vestiario e gli accessori senza intralciare la zona notte, ma richiede molto spazio per essere inserita in casa. L’armadio, se scelto bene, può essere una buona alternativa alla cabina armadio. Per scegliere l’armadio è importante decidere il luogo dove posizionarlo: è consigliabile, nei limiti del possibile, prevedere l’armadio sulla parete libera più lunga, in modo da sfruttare più spazio possibile, che altrimenti andrebbe perso, oppure pensare ad una soluzione a ponte sul letto se non si ha sufficiente spazio; anche se ciò non è possibile, una buona soluzione è acquistare un armadio che possa valorizzare anche lo spazio in altezza, scegliendo modelli a tutta altezza o comunque più alti di 2 metri. Per quanto riguarda la tipologia di anta, si può scegliere l’anta a battente o scorrevole, che può essere una buona soluzione salva spazio. Non dimentichiamo di valutare la scelta di uno specchio lungo integrato nell’anta, in modo da valorizzare la funzione dell’armadio e non sprecare spazio per uno specchio da terra in camera.

Porte in legno: Un classico intramontabile

 

E’ un dogma acquisito quello che ogni arredatore di interni ha nel suo DNA professionale e, cioè, quello di essere consapevole che le porte in legno rappresentano un classico destinato a non tramontare mai.

La sensazione di calda atmosfera che si può trovare in un arredamento che preveda delle porte in legno massiccio, è decisamente unica. Attraverso questo elemento infatti, si ha un valore aggiunto all’immagine dello spazio circostante e, a seconda del tipo di legname utilizzato, avere una incredibile poliedricità di stili che permette di soddisfare qualsiasi esigenza estetica.

Farb Serramenti è la giusta risposta per tutte le persone che sono alla ricerca di porte in legno in qualsiasi stile e di qualsiasi tipo di legname.

La nostra azienda è disponibile a soddisfare ogni tipo di richiesta con prodotti di altissima qualità che possano essere quel certo valore aggiunto di qualsiasi arredamento preesistente.

Da quarant’anni la Farb Serramenti è presente sul territorio per produrre porte in legno e tutti tipi di i serramenti esclusivamente di alta qualità che hanno soddisfatto anche la clientela più esigente che ha potuto arredare la propria casa o il proprio ufficio con elementi di rappresentanza. Nel pieno rispetto della tradizione, la creazione di serramenti che utilizzano pregiati legni permette di mantenere quella classicità che è ineguagliabile e che rappresenta una delle eccellenze artigiane italiane famose in tutto il mondo.